Lo Hobbit – La Battaglia Delle Cinque Armate – Libro Vs. Film

Lo Hobbit – La Battaglia Delle Cinque Armate – Libro Vs. Film 4.50/5 (90.00%) 2 votes

hobbit_the_battle_of_the_five_armies_ver2_xlgL’ultimo saluto alla Terra Di Mezzo ed ai protagonisti che tanto abbiamo amato. Un film dal sapore dolce, ma allo stesso tempo malinconico. Con La Battaglia Delle Cinque Armate si chiude una leggenda.

Ma Peter Jackson come ha concepito questo suo addio alle opere di Tolkien? Come già nei due capitoli precedenti le differenze dal libro sono sostanziali: scene aggiunte, personaggi inseriti dal nulla, personaggi inventati, protagonisti e fatti ridimensionati, atmosfere diverse e lievi storpiature che, in certi casi, non possono non far storcere un poco il naso ai lettori.

Come potrete immaginare, l’evento centrale di questo ultimo capitolo è da identificarsi nella grandiosa battaglia finale. Niente di meglio che un grande scontro tra eserciti alla Jackson per concludere questa trilogia. Partiamo dunque da qui:

  • Le armate dalla parte orchesca sono profondamente diverse. Azog Il Profanatore, come già detto negli altri articoli, nel libro è morto e sepolto da anni. Le due armate schierate dalla parte dei cattivi sono dunque composte da Orchi e da Mannari. Questi ultimi nel terzo film sono totalmente assenti.
  • Ho trovato un po’ discutibile l’inserimento dei vermi mangiaterra. Circostanze un po’ forzate, per un’aggiunta messa li e poi subito dimenticata. Funzionale però per creare quel clima di sorpresa che accompagna le fasi immediatamente precedenti alla battaglia e che nel libro viene un po’ a meno.
  • L’assedio di Dale attinge dalla battaglia che nei libri si colloca durante la Guerra Dell’anello e vuole strizzare l’occhio al famosissimo assedio di Minas Tirith de Il Ritorno Del Re, ma ne Lo Hobbit tolkeniano manca totalmente questa parte. L’esercito degli uomini prende infatti parte alla battaglia campale.
  • Le scene riguardanti la pazzia di Thorin non sono presenti nel libro, ma il suo cambio di voce e di atteggiamento rendono benissimo l’evoluzione del personaggio.
  • Ovviamente la presenza di Azog rende abbastanza diverso il corso della battaglia, che nel film si concentra per molto tempo sui singoli duelli, sui quali a mio parere ci si dilunga ben più del necessario.
  • Radagast nel romanzo non prende parte allo scontro.
  • Beorn nel film ha un ruolo insignificante. Nel libro invece cambia drasticamente le sorti del conflitto, uccidendo Bolg e dando il colpo di grazia finale alle truppe di orchi e mannari.
  • La parte post-battaglia è molto ristretta nella versione cinematografica. Non male però. Il film era già parecchio lunghetto e, per quel che mi riguarda, la Pepsi grande stava già da tempo mettendo a dura prova la mia vescica. Ci sarà tempo per godersi con calma una extended version coi fiocchi.
  • Che fine fa l’Arkengemma? Come viene spartito l’oro nella montagna? Che fine faranno gli uomini del lago e chi sarà il loro re? Misteri della versione cinematografica.
  • Tornando indietro nella trama, lo scontro  Galadriel & Co. Vs. Sauron & Co. (che nel romanzo non è presente) rappresenta un buon ponte verso la trilogia del Signore Degli Anelli, soprattutto per quel che riguarda la trasformazione del personaggio di Saruman.

Andando oltre le semplici differenze devo dire che il film mi è piaciuto, ma senza entusiasmarmi come mi aspettavo. Un po’ di pelle d’oca, ma poca roba. Non so se altri avranno avuto le mie stesse sensazioni, ma mi è parso che in molti passaggi il film risultasse un po’ troppo pomposo e persino le scene di battaglia avessero ben poca energia. Per non parlare dell’inizio, che avrei volentieri accodato al capitolo precedente. Inoltre trovo profondamente diversa l’atmosfera del romanzo, più scorrevole, piacevole e meno tetro. Voi cosa ne pensate?

About recenslibri