No Hero: Storia Di Un Navy SEAL – Mark Owen

No Hero: Storia Di Un Navy SEAL – Mark Owen 4.00/5 (80.00%) 1 vote

no heroVi è piaciuto American Sniper? Allora restate in tema e correte a procurarvi il secondo libro scritto da Mark Owen. Probabilmente avrete sentito parlare di No Easy Day, racconto in prima persona dell’uccisione di Bin Laden e predecessore di questo No Hero. Mark Owen è lo pseudonimo di un ex-SEAL, che partecipò a quella e a tante altre missioni, durante ben 16 assegnamenti tra Afghanistan ed Iraq. No Hero vuole proporci diversi episodi accaduti durante la carriera militare dell’autore, dal primo contatto con un SEAL, fino al momento del congedo. Non si tratta di un libro pieno di scontri a fuoco e di uccisioni, ma di una specie di comandamenti per un buon SEAL, spiegati tramite esempi pratici di azioni e di vita di gruppo. Mark Owen vuole presentarci le difficoltà di una vita del genere e vuole trasmettere degli insegnamenti che, a detta sua, hanno reso possibile il suo successo in un mondo così controverso, intrigante, difficile e pericoloso.

Accantonare le proprie paure, non dimenticarsi di nessun particolare, trarre insegnamenti dagli errori, l’importanza del lavoro di squadra e di quello fuori dai momenti strettamente di missione. Partendo dall’addastramento e finendo in uno scontro a fuoco tra le montagne afgane, passando per un compound minato in Iraq. Owen racconta diversi retroscena, in un libro che (non dimentichiamocelo) è comunque passato per la mano pesante della censura. Forse un po’ ripetitivo nel corso dei vari capitoli ed episodi, ma comunque estremamente interessante. Una bella sorpresa non solo per chi ha apprezzato American Sniper, ma anche per chi è appassionato dei racconti di guerra e delle tattiche militari e per chi sia solamente curioso di saperne di più sull’argomento.

Se vi è piaciuto consiglio:

Tags: ,

About recenslibri