Non Rispondere – John Searles

Non Rispondere – John Searles 4.00/5 (80.00%) 1 vote

non-rispondere-searlesUn romanzo misterioso, dalle atmosfere inquietanti e dal sapore malinconico. John Searles è un critico ed autore americano, con tre romanzi all’attivo. Non Rispondere rappresenta il suo sbarco sul mercato italiano, avvenuto nell’agosto 2014.

Titolo che vuol dire tutto e niente. L’originale, Help for The Hauntend, aiuta invece a farsi un’idea migliore su quello che si andrà poi, effettivamente, a leggere. “Aiuto per i posseduti” è già tutta un’altra cosa… Un romanzo che racchiude in sè elementi provenienti da più generi, ma non per questo strizza l’occhio ad un pubblico più vasto. Molto particolare e non adatto per una lettura leggera. Molto elegante, discretamente scorrevole, intrigante ed a tratti emozionante. Non un semplice thriller di stampo sovrannaturale, ma anche una storia dall’inquietante sapore paranormale, capace di affiancare alle vicende un prepotente lato introspettivo. Una componente drammatica da non trascurare, che molto spesso ruba la scena agli elementi su cui sembrerebbe, in un primo momento, poggiarsi la trama. Un romanzo che mette al centro non tanto un’indagine, quanto il tema della famiglia visto da una prospettiva a dir poco particolare…

A proposito di trama, ecco quella ufficiale… che però reputo, come già il titolo, non in grado di descrivere al meglio i punti forti del romanzo.

Una gelida notte d’inverno i genitori di Sylvie ricevono una telefonata. Subito dopo escono di casa e raggiungono l’antica chiesa del paese. E lì vengono brutalmente uccisi. Chi è il loro assassino? E perché si è accanito contro di loro con tanta ferocia? La coppia si dedicava agli studi sul paranormale e aveva una strana missione: aiutare le anime tormentate a trovare la pace. Un anno dopo la verità non è ancora venuta a galla e Sylvie, affidata alle cure della sorella maggiore Rose, decide di indagare nel passato e ripercorrere i momenti di quella terribile notte. Unica testimone oculare dei fatti, cerca di capire cosa sia davvero successo, passando in rassegna luoghi e persone e notando particolari rimasti fino a quel momento inosservati. E pian piano davanti ai suoi occhi si dispiegano gli angosciosi segreti della sua famiglia, fino alla scioccante rivelazione finale…

Sono riuscito ad incuriosirvi? Spero di sì, almeno un poco. Se cercate qualcosa di particolare ed inaspettato, Non Rispondere di John Searles potrebbe essere quello che fa per voi. Un’esperienza difficile da descrivere: riuscirete a farvi una idea definitiva solamente dopo essere giunti all’ultimo capitolo. Posso però anticiparvi che si tratterà di una lettura insolita, non solo per i temi trattati, ma anche per il modo di stendere le vicende. Gli autori del genere, solitamente, dilatano i tempi, andando a dilungarsi in certe fasi e stringendo nei momenti clou, in modo da modificare a loro piacimento il ritmo della lettura. Uno spettacolo in crescendo, con tanto di cavalcata finale a velocità folle. Questo non accade in Non Rispondere, se non nel momento della quadratura del cerchio. John Searles attesta il suo motore al minimo dei giri e ci trascina verso il finale in una processione a velocità costante. Caratteristica che appartiente molto più al drammatico che al thriller o all’horror. Detto così l’idea (sbagliata) potrebbe essere quella di trovarsi di fronte ad un romanzo noioso. Sono presenti dei passaggi piuttosto logorroici, questo è vero. Non Rispondere è però un romanzo tutt’altro che noioso. Emozionante e coinvolgente. Magari anche capace di far gocciolare una lacrimuccia sull’ultima pagina. Adatto a chi vuole uscire dagli schemi del thriller convenzionale.

Se vi è piaciuto consiglio:

About recenslibri