The Walking Dead – Quarta Stagione – Episodio 1

The Walking Dead – Quarta Stagione – Episodio 1 2.00/5 (40.00%) 1 vote
30 Days Without an Accident / Calma apparente

Finalmente il lunedì sera torna a essere infestato dagli zombie, con l’inizio della quarta stagione di The Walking Dead, a mio parere una delle migliori serie tv degli ultimi anni.

the-walking-dead---stagione-4_SerialTV_3361Successo incredibile per Rick e soci, con una popolarità che continua costantemente ad aumentare, espandendo ad ogni episodio il numero degli infetti, come una vera epidemia di zombie-mania. Ricordiamoci che senza questa serie tv l’ondata dei morti viventi che si sta abbattendo sul mondo da 4 anni a questa parte non ci sarebbe stata e nemmeno il bellissimo fumetto di Kirkman (che continua a uscire mensilmente nella sua riedizione) avrebbe ottenuto così vasto successo.

La serie tv finisce, episodio dopo episodio, per diventare sempre più autonoma rispetto al fumetto, creando una trama diversa e un gran numero di personaggi novità (come è stato per altro evidente sin dalla prima stagione). Addirittura ultimamente si era parlato di una nuova serie parallela, totalmente distaccata dal fumetto e riguardante le vicende di un altro gruppo di sopravvissuti completamente nuovo (una sorta di Walking Dead Los Angeles per capirci).

Rimaniamo però sul presente: il governatore è stato sconfitto e la vita dei nostri protagonisti è notevolmente cambiata, visto che il gruppo originale si è arricchito di numerosi nuovi arrivi, arrivando a trasformare la prigione in una sorta di cittadina.

Ovviamente la vita in prigione non scorrerà tranquilla, altrimenti non staremmo qua a vedere The Walking Dead, ma gireremmo su canale 5 per vedere una di quelle serie tv sui mafiosi che tutto il mondo ci invidia.

Nuovi problemi sorgono per Rick & co. Nuovi dissapori e nuove beghe da gestire, senza dimenticare che il governatore (nonostante le ricerche di Michonne) si aggira ancora a piede libero chissà dove e chissà con quali intenti bellicosi.

La mia scelta è stata quella di non informarmi troppo sui contenuti della nuova stagione per non rovinarmi le sorprese (che sono uno dei punti forti di questa serie) perciò parlo solo per deduzione. Quel che è sicuro è che ne vedremo delle belle come ogni anno.

Parlando onestamente però da questo season-start mi aspettavo molto di più. The Walking Dead ci aveva abituato a partenze in quinta, per poi magari arenarsi per un buon numero di episodi nella fase centrale e riprendersi nelle ultime puntate (vedi per esempio prima e seconda stagione). Questa volta siamo abbastanza sorpresi nell’iniziare questa nuova avventura con un episodio abbastanza tranquillo, come suggerisce anche il titolo, sia inglese che italiano.

L’idea probabilmente è quella di farci ambientare con la nuova situazione del gruppo e di presentarci qualche nuovo personaggio. Rick sembra essersi dato una calmata rispetto ai precedenti attacchi di schizzofrenia e cerca di essere, con l’aiuto di Hershel, un buon padre di famiglia più che il leader dispotico che avevamo visto in azione in precedenza.walking deadCarl, che si ritaglia una parte sempre più grande di attenzioni, è alle prese con i nuovi arrivi (altri ragazzini provenienti da Woodbury), con i loro modi diversi di convivere con gli zombie e con il tentativo della comunità di riprendere una vita normale, per esempio con la scuola e la lettura, che al ragazzo non sembra andare molto a genio.

Daryl dopo la perdita di Merle si è immedesimato benissimo nel ruolo di generale,coordinando con mano decisa le esplorazioni all’infuori delle recinzioni, grazie all’aiuto di Michonne e del sempre volitivo Glenn. Il suo personaggio come ben sapete non è mai stato presente nel fumetto ed è sicuramente il più amato dal pubblico nonostante la sua presenza diventi ogni episodio più ingombrante. Non vorrei che decidessero di dargli un taglio per riavvicinarsi più alle linee guida originali, sarebbe una grandissima perdita.

Ovviamente anche in questa puntata non mancano gli zombie e gli scontri a fuoco, ma niente di eccezionale. L’idea degli zombie sul tetto è buona, ma da una situazione interessante si sono venuti a creare solo 5 minuti di azione pura. Quella della ragazza dispersa nei boschi un po’ campata per aria e non molto ben approfondita a mio parere.

Interessante il finale, con la morte del nerdone all’interno della prigione, preannuncia un secondo episodio molto scoppiettante.

La cosa che più ho gradito? Certamente la mancanza di pubblicità, un gran regalo rispetto alle 2 interruzioni in 45 minuti a cui Sky ci aveva abituato in questi anni. Spero non sia solo una trovata iniziale ma che venga applicata in tutti gli episodi.

Per il momento accontentiamoci di questo, gli episodi epici sono certo che verranno col proseguo della stagione.

Oggi, martedì 15 ottobre, inizia la distribuzione del nuovo numero della riedizione economica del fumetto, edita da saldapress. Lo consiglio a tutti, 3.30 euro per un’ottantina di pagine di grande valore. Lunedì prossimo nuovo episodio! Tutti davanti alla televisione

About recenslibri