The Walking Dead – Stagione 4 – Episodio 7

The Walking Dead – Stagione 4 – Episodio 7 2.00/5 (40.00%) 1 vote

Peso Morto.

Episodio 7, si avvicina la temutissima pausa invernale per The Walking Dead. Credo che il prossimo episodio sia anche l’ultimo del 2013, poi tutti in attesa fino a febbraio. Ma restiamo al presente: questo settimo episodio riprende ancora le vicende del Governatore, che pian pianino si riporta nel campo gravitazionale della prigione. Un episodio di transizione, che rischia di farci appisolare dopo la tanta azione del quinto e la curiosità del sesto. Un episodio che ci riporta tranquillamente (o quasi) al livello temporale in cui avevamo lasciato Rick e soci, passaggio obbligato per il proseguo della trama.

Pure il gov. si è addormentato! :o

Pure il gov. si è addormentato! :o

The Walking Dead ci ha abituato nel corso delle stagioni ad inserire qualche episodio piuttosto soporifero, soprattutto per anticipare una puntata coi fuochi d’artificio. Un fatto che personalmente mi ha dato fastidio solo nelle prime due stagioni, avendo poi imparato, per quanto possibile, ad apprezzare. Il settimo episodio rappresenta forse il primo vero esempio di questo genere di puntate, in cui l’azione si vede soltanto con il binocolo e gli zombie si contano col contagocce. Per fortuna che c’è il governatore, capace di farci divertire sempre e comunque. Questa volta decide di usare il suo marchio di fabbrica: omicidi in serie per arrivare al comando.

Il comando è quello del nuovo gruppo, in cui Martinez lo prende come membro. Mai decisione fu più sbagliata per il battagliero ispanico che tanto stava simpatico a Daryl. La situazione in questo nuovo rifugio è drammatica: provviste scadenti, abitazioni fatiscenti, sistemi di difesa non all’altezza. Però il posto piace a Lily, Tara (che trova una compagna) e soprattutto alla bambina. Questo indurrà Philip/Brian a rimanere e cercare di collaborare con Martinez e soci. Le cose sembrano funzionare, ma ad un certo punto il Governatore perde la testa (o forse lucidissimo, chissà) ed uccide Martinez scagliandolo in mezzo agli zombie. Una morte ben più spettacolare di quanto avvenuto nel fumetto, con il povero ispanico investito da Rick.

The-Walking-Dead-04x07-martinezComincia una veloce scalata al potere da parte di Philip, che elimina un concorrente dietro l’altro con minacce e coltellate. Il Governatore è ufficialmente tornato. Obiettivo: rendere efficiente il campo, dare ad ognuno un compito e cercare un posto sicuro… beh, fate due conti e capirete di che posto stiamo parlando…. e poi a dirla tutta quel carro armato parcheggiato mi pare di ricordarmelo…

La volontà di rimettersi in linea col fumetto (di cui tra l’altro è appena uscito il tredicesimo numero della versione light ristampata) è evidente, tanto che sono state ricreate perfettamente le condizioni di Woobury: un gruppo armato e ben organizzato, guidato da un folle, pronto per accaparrarsi nuovi rifugi sicuri. Manca solo la scintilla, e stiamo certi che il Governatore riuscirà a ricavarla…

Spiccano nell’episodio un paio di scene: l’omicidio di Martinez, che personalmente non mi aspettavo. L’aggressione dello zombie a Meghan, con il goffo tentativo di salvataggio da parte di Tara. Lo zombie sul fondo del lago, una gran trovata scenica. La scena però più importante, come spesso accade per questi episodi un po’ soporiferi, è l’ultima, con la ricomparsa di Michonne ed Hershel. Della prima abbiamo visto segni lungo tutto l’arco dell’episodio (corpi con teste mozzate e messaggi per il Governatore), del secondo ci eravamo un po’ scordati la gita fuori porta nel quinto episodio.

the-walking-dead-s4-lily-tara-meghanIl gruppo di Rick non si aspetta un attacco, assolutamente. Uccidere i due sarebbe troppo facile per il Governatore. La AMC ha deciso di tenerci col fiato sospeso, interrompendo la puntata sul più bello. Giusto così: questo episodio serve soprattutto per apparecchiare la tavola al prossimo, che promette fuochi d’artificio in abbondanza (come gran tradizione degli episodi pre-pausa natalizia).

Un’ultima riflessione. Non so come andrà ad agire la produzione, ne come imposterà la battaglia imminente, ma la presenza di Hershel dovrebbe far riflettere su quello che potrebbe essere il ruolo di Tyreese nel proseguo della stagione. Forse un destino non così scontato per quest’ultimo.

Nel salutarvi voglio segnalarvi un’altra volta gli altri aspetti dell’universo di the Walking Dead. Il fumetto in versione light esce ogni mese, al piccolo prezzo di 3 euro e 30, siamo un poco più avanti rispetto alla serie tv ed il prossimo numero uscirà il 14 dicembre (edito da Saldapress). Consiglio sempre di leggersi il primo romanzo di Kirkman e Bonansinga: The Walking Dead, L’ascesa Del Governatore. Da questo sono tratte molte scene che ritroviamo nel sesto episodio di questa stagione. Esiste anche un secondo libro (ed un terzo arriverà a breve) The Walking Dead, La Strada Per Woodbury, che ho iniziato a leggere ieri e di cui presto vi darò notizie. Alla prossima settimana, con lo scoppiettante ottavo episodio!

About recenslibri